Borgaro: con i lucani si sono concluse le manifestazioni carnevalesche in città


Il carnevale solidale promosso dall’associazione Orazio Flacco ha riscosso notevole successo, coinvolgendo anche le altre associazioni regionali e la Pro Loco.

di Giada Rapa

Borgaro – Ottima chiusura delle attività legate al Carnevale con la festa organizzata dall’associazione Lucani Orazio Flacco nella serata di sabato 4 marzo. Sono stati circa 140 i commensali che si sono ritrovati, chi mascherato e chi no, presso il Centro Parrocchiale dell’Oratorio per il Carnevale Solidale, i cui proventi serviranno per ricostruire le scuole colpite dal terremoto nel Centro Italia. “Ringrazio tutti i membri del mio direttivo – ha esordito il Presidente dell’associazione Raffaele Terlizzi–  nonché tutte le associazioni regionali che hanno aderito a questa serata e la Pro Loco borgarese. Tutto il ricavato andrà in favore dei terremotati, e proprio per questo motivo abbiamo deciso di invitare Enzo Valsania che meglio vi spiegherà come verranno utilizzati i fondi”. Da parte sua il signor Valsania, dell’associazione Maria Madre della Provvidenza, ha raccontato l’esperienza che i volontari stanno vivendo, portando aiuti soprattutto nei comuni di Città Reale e Preci. “Abbiamo già portato in quelle zone 3 container abitativi, e a Norcia diverse stufe a pellet. In alcuni casi abbiamo anche portato il fieno per le bestie. Stiamo facendo tutto il possibile per portare il nostro aiuto là dove lo Stato non si è ancora messo in moto”.

Oltre alla solidarietà, la serata è stata l’occasione per ricordare l’amico Angelo Allegretti, architetto prematuramente scomparso, e per dare qualche spunto per il carnevale dell’anno prossimo. “Dal paese dal quale provengo – ha raccontato Emi Santomauro, membro del direttivo – non esiste una maschera tipica, ma dei ragazzi che si travestono e vanno in giro per la città.  Perché non fare, il prossimo anno, una sfilata con tutte la maschere dei piccoli paesi con grande festa conclusiva?”.

 

 


Commenti

commenti