Riduzione Tassa Rifiuti, a Borgaro è scontro politico


A seguito dell’ultimo Consiglio Comunale, dove è stato approvato il provvedimento sulla TARI per le utenze non domestiche, maggioranza ed opposizione si contendono “i meriti” della decisione.

dalla Redazione

Durante l’ultimo Consiglio Comunale borgarese, l’assemblea ha deliberato anche in materia di riduzione della TARI per le utenze non domestiche. Nella fattispecie, l’assise ha deliberato lo stanziamento di 120 mila euro per finanziare le diminuzioni e le agevolazioni sui rifiuti per tutte quelle attività costrette alla chiusura totale durante il lockdown causati dall’emergenza sanitaria, oltre ad una lieve riduzione della bolletta anche per le utenze domestiche. Di questa somma, 25 mila euro rientrano nelle riduzioni sulla parte variabile della tariffa in base ai giorni di sospensione delle attività come previsto da ARERA –Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente– mentre gli altri 95 mila sono stati stanziati per venire incontro alle attività, in regola con i pagamenti dei due anni precedenti.

IL VIDEO DEL CENTRO DESTRA – Lunedì 3 agosto, un video postato su Facebook di Marco Latella, consigliere di opposizione del Gruppo Cristiana Sciandra, dichiara che “finalmente possiamo dire di aver vinto questa battaglia, perché è stata approvata quella che era la nostra proposta fin da marzo 2020”. “Bar, ristoranti, pizzerie e pub avranno uno sconto del 66%, mentre per le altre attività si arriverà al 33%. Una vittoria non solo del Gruppo Sciandra, ma di tutti i commercianti, che in un periodo di forte crisi non hanno avuto risposte da parte della maggioranza Gambino. La minoranza ha invece accolto con entusiasmo e con forza le loro richieste, portate in Consiglio Comunale e fatte approvare. Questa è una vittoria per il commercio, ed è solo il primo passo” continua Latella, chiedendo ai commercianti e alla maggioranza di rendere strutturale la scelta di permettere alle attività di ampliare o realizzare nuovi dehors per andare incontro al commercio.

LA RISPOSTA DI CHI GOVERNA LA CITTA’ – Immediata la risposta del capogruppo di maggioranza, Giancarlo Lorenzi. “La posizione del nostro gruppo è sempre stata molto chiara e trasparente, come annunciato in Consiglio Comunale di aprile. Nella prima fase della pandemia le priorità sono state assegnate alla gestione dell’emergenza e al sostegno immediato della popolazione, distribuzione dei fondi statali, collaborazione con i gruppi di volontariato per la distribuzione della spesa e dei medicinali, bonus bollette, solo per citare le principali. Terminata la fase emergenziale siamo passati alla fase due, cioè le misure di sostegno economico” spiega Lorenzi in una nota stampa. “Dopo un’attenta analisi delle linee guida nazionali e dopo una dettagliata analisi del bilancio, abbiamo deciso di stanziare quasi 100 mila euro per la riduzione della tassa rifiuti per le utenze non domestiche. Quanto fatto, prima nella fase emergenziale e successivamente sulle misure economiche appena annunciate, rappresenta sicuramente un’eccellenza di cui, come gruppo di maggioranza, andiamo estremamente fieri e non accettiamo che qualcuno venda come proprie le decisioni e relative modalità operative che NOI abbiamo preso ed attuato”.

LEGGI il numero di luglio di sullascia.net https://flipbookpdf.net/web/site/b8ef022660bcf1fa04cd14cd22fe27e4b7f9b3c8202007.pdf.html

SCARICA https://www.sullascia.net/wordpress/wp-content/uploads/2020/07/Sulla-Scia-Luglio-2020.pdf


Commenti

commenti