Rifiuti: dal 2022 novità per il Consorzio Bacino 16


Il Comune di Borgaro sarà precursore di un nuovo sistema di raccolta, già attivo in alcune zone di Torino, che prevede la realizzazione di nuove eco-isole con bidoni a serratura elettronica.

di Giada Rapa

LEGGI IL GIORNALE / SCARICA IL GIORNALE di marzo di Sullascia.net

Tra poco meno di un anno, preventivamente entro febbraio 2022, la città di Borgaro avrà un nuovo sistema di raccolta rifiuti. Ad annunciarlo, durante l’ultimo Consiglio Comunale, sono stati l’assessora all’Ambiente Fabiana Cescon e il consigliere delegato all’Igiene Urbana Giancarlo Lorenzi. Un nuovo sistema che prevede la realizzazione di eco-isole, già attivo in alcune zone del Comune di Torino, e che vedrà Borgaro precursore all’interno del Consorzio di Bacino 16.

Nel dettaglio, in queste eco-isole troveranno alloggiamento 5 bidoni per le differenti tipologie di rifiuto –carta, indifferenziato, plastica, vetro e lattine, umido– provvisti di serratura elettronica con apertura attraverso una tessera che verrà consegnata a ogni utenza. Ogni tessera, inoltre, funzionerà soltanto con l’eco-isola di riferimento. Questo permetterà la tracciabilità del rifiuto -l’indifferenziato sarà anche pesato– e richiederà una maggiore responsabilizzazione degli utenti, con lo scopo di aumentare la percentuale di raccolta differenziata, attualmente intorno al 56%.. Cambieranno anche le campane, che saranno intelligenti, con una bocca di certe dimensioni ed esteticamente gradevoli. “Nelle prossime settimane valuteremo il progetto insieme a Seta spa, andando a interloquire su punti di forza e criticità. Inoltre accompagneremo i cittadini in questo cambiamento, con un costante lavoro di informazione, sensibilizzazione e formazione che durerà parecchi mesi” ha spiegato l’assessora Cescon.


Commenti

commenti