Borgaro: immagini e sentimenti d’altri tempi nella mostra di Salvatore Nicoletta


La nutrita collezione di cartoline e letterine a tema natalizio, ma anche di madonne, santini e papi non ha deluso i curiosi e gli appassionati.

di Giada Rapa

Come accade ormai da parecchi anni, i giorni precedenti il Natale hanno visto i locali della Pro Loco accogliere la Mostra di Cartoline, Letterine e Santini curata dal pensionato borgarese Salvatore Nicoletta. Quest’anno inoltre il poliedrico collezionista ha portato anche diversi fascicoli di santini con splendide illustrazioni di madonne – tra le quali anche una madonna nera con il bambino – e di papi a partire del 1910. “Questa collezione non segue un ordine storico – ha raccontato Nicoletta – quindi appena sarà terminata provvederò a disporli in ordine cronologico”. Vere e proprie opere d’arte in miniatura, finemente disegnate con dovizia di particolari: una precisione e una cura che poche volte si possono ancora apprezzare.

Nei due giorni di apertura al pubblico della Mostra – il 19 e il 20 dicembre – appassionati e curiosi hanno potuto immergersi in un’atmosfera davvero particolare, di altri tempi, della quale oggi si è persa un po’ la magia. Soprattutto leggendo le letterine di Natale – alcune davvero molto rare e risalenti al 1860 – dalle quali traspaiono tutti il rispetto e l’amore verso i genitori. “Sentimenti che ormai si stanno perdendo – ha affermato con rammarico il collezionista – anche perché la tradizione delle letterine e delle cartoline di Natale si sta ormai perdendo, soppiantata dalla facilità e dalla rapidità dei messaggi veicolati sul cellulare”.

Insomma, un vero e proprio ritorno a tradizioni passate, che in forma minore potranno essere ripercorse a Pasqua, periodo in cui Nicoletta ha intenzione di organizzare una nuova mostra a tema.


Commenti

commenti