Borgaro: al via il terzo mandato Gambino


Confermato il ruolo di vicesindaco a Chiancone, così come quello di assessori a Bertuol e Fabiano. Assessorato anche per Lorenzi. La figura del Presidente del Consiglio Comunale sarà invece ricoperta dal giovane Andrea Tirella.

di Giada Rapa

SULLASCIA.NET NUMERO SOLO DIGITALE DI GIUGNO LEGGI IL GIORNALE / SCARICA IL GIORNALE

Per essere il primo Consiglio Comunale del mandato 2024/2029 – il terzo che vede Claudio Gambino ricoprire la figura di sindaco – giovedì 27 giugno l’atmosfera si è subito dimostrata particolarmente frizzante e non esente da polemiche. Una dura discussione – ma di poche battute – si è tenuta al momento della surroga del consigliere di Fratelli d’Italia Marco Latella, come già annunciato a mezzo stampa, che ha lasciato il posto ad Emanuele Lapira. In particolare il gruppo civico guidato da Elisa Cibrario Romanin si è astenuto dalla votazione esprimendo “perplessità per la scelta intrapresa, che contribuisce alla disaffezione alla politica”. Immediata la replica della consigliera Cristiana Sciandra, “La campagna elettorale è finita e le scelte del nostro gruppo non devono essere giudicate in questa maniera. I nostri elettori erano ben consapevoli delle nostre decisioni”.

Più rilassati gli altri punti all’Ordine del Giorno, con il giuramento del primo cittadino e l’assegnazione delle deleghe ad assessori e consiglieri. Confermato vicesindaco Fabrizio Chiancone, al quale vengono affidate anche le deleghe per Lavori Pubblici e Viabilita, Agricoltura, Sicurezza, Protezione Civile e Mercati. Eugenio Bertuol assessore all’Istruzione, alla Cultura, alle Associazioni, ai Servizi Demografici e Cimiteriali e alla Terza Età; Giancarlo Lorenzi assessore alle Politiche Ambientalo, all’Igiene Urbana, alla Tutela e al Benessere degli Animali; Pina Fabiano assessore al Bilancio, alla Salute, alle Pari Opportunità e al Lavoro; Irene Coneglian assessore ai Servizi Sociali, alle Politiche Abitative e all’Inclusione Sociale. Deleghe anche per alcuni consiglieri: Roberta Di Siena – anche capogruppo di maggioranza – alla Comunicazione e ai Trasporti; Giuseppe Insalaco al Decoro Urbano e all’Immagine della Città; Giuseppe Ponchione alla Manutenzione e al Verde Pubblico; Gianna Nicosia al Commercio e alle Fiere; Ilaria Quero all’Infanzia e all’Asilo Nido e Andrea Tirella allo Sport e alle Politiche Giovanili. A quest’ultimo è stato anche assegnato il ruolo di Presidente del Consiglio Comunale (Insalaco il suo vice), non avendo la maggioranza accolto la richiesta di Sciandra di nominare un componente dell’opposizione.

“Suggestiva” l’elezione dei membri della Commissione Elettorale, la cui votazione è stata rifatta due volte dal momento che la consigliera di opposizione Rosangela Giglio è stata votata sia come componente effettivo che come supplente di se stessa. Alla fine i membri effettivi sono risultati Insalaco, Ponchione e Giglio, i sostituti Nicosia, Quero e Cibrario Romanin. Giglio è stata nominata anche rappresentante di minoranza all’interno del Consiglio dell’Unione NET – insieme ai membri di maggioranza Di Siena e Tirella – nonostante l’uscita dall’aula di entrambi i gruppi di opposizione per visioni contrastanti sull’utilità dell’ente stesso.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio