San Francesco al Campo: dopo un anno l’Ardor torna a giocare in casa?


Corsa contro il tempo per consegnare il campo alla società calcistica. In dirittura d’arrivo i lavori per il ripristino del velodromo, costato circa 340 mila euro.

di Crisiano Cravero

L'assessora Barbara Re

L’assessora Barbara Re

“L’azienda appaltatrice si è fermata nelle due settimane centrali d’agosto, ma nei giorni scorsi gli operai della ditta Mistrella di Baldichieri d’Asti sono ritornati all’opera e stanno provvedendo ad ultimare gli interventi e a consegnare l’impianto”. L’assessora Barbara Re tira un sospiro di sollievo e conferma una buona notizia che si aspettava da tempo in relazione al ripristino funzionale del velodromo di via Ghetto. “E’ stata posizionata la balaustra che corre parallela alla pista usata dalle biciclette – continua Ree sta per tornare  a disposizione il campo di calcio utilizzato dall’Ardor San Francesco”. Un fatto importante, questo, perché fin dall’inizio dei lavori, circa un anno fa, la società sportiva era stata costretta a giocare il campionato altrove, in attesa di ritornare sul suo prato.

SONY DSC

Soddisfatto di questo prossimo rientro Aldo Buratto, Presidente della squadra: “Già da tempo abbiamo provveduto a iscrivere le squadre al campionato, comunicando che disputeremo le partite sul campo di casa”. Aggiunge Dario Capra, dirigente Ardor: “Grazie alle forze di volontariato , in tempi stretti, arrederemo gli spogliatoi e garantiremo l’acqua calda agli atleti locali”. Conclude Gabriele Araudo, volto storico dei giallo-rossi: “L’obiettivo è quello di fornire ai giovani del territorio la possibilità di giocare a calcio in uno spazio a loro dedicato. Sarebbe assurdo non poterci ritornare per l’inizio del campionato che inizia domenica 25 settembre

“Per quanto riguarda invece la ciclistica – commenta Luciano Francone, referente dell’associazione Velodromo che, temporaneamente, gestisce l’impianto comunale – inizieremo le attività appena possibile e in programma c’è il giro del Piemonte, con traguardo ad Agliè. A dicembre, poi, uscirà il volume sugli ultimi dieci anni della nostra compagine”.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio