ASL TO4: sale operatorie e ambulatori specialistici aperti anche di sabato


Al via un programma per ridurre i tempi di attesa delle visite e degli interventi chirurgici. Nell’ospedale di Cirié la sperimentazione riguarderà le operazioni del tumore alla prostata e i controlli specialistici in oculistica.

Cirié – “La legge di conversione del Decreto Balduzzi – spiega il Direttore Generale dell’ASL TO4, Lorenzo Ardissone – prevede che una quota pari al 5% del tariffario sia destinata al fondo liste di attesa. Attraverso questo strumento e a quanto previsto dal regolamento aziendale sulla libera professione abbiamo avviato un programma sperimentale di riduzione dei tempi di attesa per interventi chirurgici e prestazioni specialistiche. Ora le sale operatorie e diversi ambulatori specialistici saranno aperti anche di sabato”.

La sperimentazione si svolge in questi mesi di novembre e di dicembre e interessa l’attività chirurgica oncologica (per i tumori della mammella all’ospedale di Ivrea, per i tumori della prostata all’ospedale di Ciriè e per i tumori dell’utero all’Ospedale di Chivasso) e le visite specialistiche di dermatologia (sede di Ivrea), pneumologia (sede di Lanzo), endocrinologia (sede di Ivrea), gastroenterologia (sede di Chivasso), cardiologia (sede di Chivasso) e oculistica (sedi di Ivrea e di Ciriè).

“Questa sperimentazione comporta un onere di spesa pari a circa 55 mila euro – conclude Ardissone – La realizzazione del programma ha richiesto la disponibilità dei professionisti interessati, che voglio ringraziare. Una volta consuntivati i risultati della sperimentazione, valuteremo la predisposizione di un piano di rientro dei tempi di attesa relativi al 2018”.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio