E’ il giorno di Lunathica: il mese di giugno all’insegna del Teatro di Strada


Il Festival, fino al 24 giugno, avrà luogo presso diversi comuni della zona: oggi e domani a Mathi, poi a San Maurizio, San Francesco, Nole e gran finale a Cirié . Occasione di divertimento gratuito per grandi e piccini.

di Giusi Dell’Abadia

Cirié/San Maurizio Canavese/San Francesco al Campo/Mathi/Nole – Il mese di giugno sarà accolto dalla 16esima edizione di Lunathica, il Festival Internazionale del Teatro di Strada, che si svolgerà dall’1 al 24 presso diversi comuni della zona: Mathi (1 e 2 giugno), San Maurizio Canavese (8 e 9), San Francesco al Campo (10 giugno), Nole (14, 16, 17) e Ciriè, che chiuderà in bellezza con quattro giornate (20, 22, 23 e 24). Il Festival, ad ingresso gratuito, conterà complessivamente 12 serate con 21 compagnie (di cui 15 straniere, provenienti da Argentina, Colombia, Gabon, Francia, Gran Bretagna, Spagna, Svizzera e Israele), 11 Prime Internazionali, 9 Prime regionali e 7 date uniche in Italia. Lunathica si manifesta essere, nuovamente, ponte tra Italia ed Europa nel mondo del Teatro di Strada. Il totale di 45 spettacoli sarà adatto a grandi e piccini: performance mozzafiato di funambolismo urbano, tango e fuoco, clown, circo contemporaneo, commedia dell’Arte, mimo, teatro di figura, acrobatica aerea e danza saranno solo alcune delle esperienze proposte dalla kermesse.

“La finalità del Festival – afferma Stefania Collura, membro organizzatrice dell’associazione I Lunatici e responsabile dell’accoglienza artisti – è quella di diffondere gli spettacoli teatrali in luoghi insoliti, che normalmente non li ospiterebbero. Spettacoli di altissima qualità a livello internazionale, interessanti e strutturati saranno a contatto diretto con il pubblico, nelle piazze delle città”. Ed è proprio la location a svolgere un importante compito, quello della riscoperta dei luoghi cittadini. Gli spettacoli trasformeranno vie, piazze e cortili in palcoscenici a cielo aperto, rendendoli luoghi magici e incantevoli, sede di storie degne di favole. Un viaggio con l’immaginazione all’interno del panorama teatrale internazionale. “Inoltre – spiega Stefania – non saranno solo gli spazi urbani ad accogliere gli artisti, ma anche la meravigliosa natura circostante: in particolare, l’area naturale I Gorèt, oasi naturale collegata al Comune di Nole. Si tratta di ‹un’occasione importante per spezzare il luogo comune che vede il teatro come esperienza esclusivamente urbana”.

Il denso programma dell’evento si articola in quattro sezioni: Festival IN, i cui spettacoli per la maggioranza costituiscono una novità per l’Italia; il Concorso per giovani artisti Premio Gianni Damiano, spazio dedicato alle compagnie emergenti europee che raggiunge la sua IX edizione che ha selezionato 9 finalisti in una rosa di 48 candidature; il Teatro del Territorio, sezione OFF, riservata a compagnie teatrali o di danza di giovani e giovanissimi oppure compagnie legate ai progetti di Lunathica Lab (la scuola di teatro del Festival). Quarta sezione dell’evento, l’importante apporto di Eventi Collaterali, che arricchirà il programma con feste, concerti, Street Food e mostre fotografiche.

Tutti gli spettacoli si svolgeranno anche in caso di pioggia. Per il programma dettagliato www.lunathica.it .


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio