Mercatone Uno di Mappano: l’apertura straordinaria si allunga di altri tre giorni


Oltre a questo fine settimana, il market di via Cottolengo continuerà ad avere un piccolo spazio vendita anche il 22, 23 e 24 dicembre.

di G. D’A.

Mappano/Caselle – Dal settore commerciale torinese del Mercatone Uno assicurano che nello stabilimento di Mappano è arrivata parecchia merce, anche di qualità, che sarà messa in vendita non solo in questo fine settimana (16, 17 e 18 dicembre), ma anche in quello successivo (22, 23 e 24 dicembre), in un primo momento non preso in considerazione nel piano delle aperture straordinarie che stanno interessando in tutta Italia 14 strutture del gruppo al momento chiuse. A Mappano l’area aperta al pubblico rimane la stessa della scorsa settimana, ovvero lo spazio laterale di un magazzino di stoccaggio, circa 300 metri quadri, gestito da 5 lavoratori da tempo in cassa integrazione.

Come è noto, le sorti di Mercatone Uno, che conta una cinquantina di punti vendita in tutta la Penisola, da circa un anno e mezzo sono in mano a tre commissari straordinari nominati dal Mise, il Ministero dello Sviluppo Economico, che dopo il fallimento dell’azienda stanno tentando di salvare il salvabile con la vendita dell’intero gruppo. Un primo bando è andato deserto, ma tra poche settimane ce ne sarà un secondo con condizioni di acquisto più vantaggiose verso ipotetici imprenditori in grado di rilevare il marchio.

“Per le ragioni in cui versa la struttura sul piano economico ed occupazionale – ha dichiarato l’assessora al Lavoro di Caselle, Angela Grimaldi – recarsi a fare acquisti a Mappano, piuttosto che in altri posti, è una specie di scelta solidale verso quei lavoratori che da mesi sono a casa, inoccupati. La ragione di queste aperture – ha aggiunto – è quella di mostrare che i supermercati del Mercatone Uno sono realtà vive e pronte a rialzare le saracinesche”.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio