Lingotto: un’interpellanza sui rumori notturni in corso Caio Plinio provenienti dalla ferrovia


130100260-1b872532-bdac-4e14-ada5-8ff24a9deea5TORINO – Il documento verrà presentato oggi durante il Consiglio della Circoscrizione 8 (ore 19). Sul caso il comitato spontaneo Il vecchio borgo del Lingotto ha redatto un comunicato sui disturbi avvenuti nell’ultimo week end. Il Vicepresidente Miano: “C’è un impegno di RFI per risolvere il problema”.

di Giovanni D’Amelio

“Continuano e aumentano i problemi di rumorosità in corso Caio Plinio, con i residenti che non riescono a dormire. Per questo nel Consiglio di oggi pomeriggio proporrò un’interpellanza urgente per capire come la nuova maggioranza della Circoscrizione 8 vuole intervenire in merito”. A parlare è Alessandro Lupi, capogruppo di Forza Italia nel “parlamentino” di prossimità nato dopo le votazioni dello scorso 5 giugno. Una criticità che ormai si trascina da tempo e sul quale lo stesso Lupi ha presentato un ordine del giorno, approvato all’unanimità, sul finire dello scorso mandato amministrativo della ex Circoscrizione 9.

L’iniziativa del consigliere di minoranza arriva dopo una comunicazione, a firma del comitato spontaneo Il vecchio borgo del Lingotto, riferita ai disturbi arrecati dalla ferrovia nell’ultimo fine settimana. “Nella notte di sabato 2 e domenica 3 luglio – si legge nella nota – si sono verificati, come ormai di consueto, forti rumori notturni provenienti dalla ferrovia, generando disagio ai residenti. Oltre ai rumori provenienti dai rulli compressori utilizzati per il lavaggio dei convogli Italo NTV , da tempo gli stessi convogli vengono lasciati accesi per tutta la notte”. Ci chiediamo” si interrogano dal comitato “il motivo dell’attività manutentiva, sempre nello stesso posto (tratto ferroviario tra via Passo Buole e corso Maroncelli) sempre alla stessa ora (dalle 22 alle 5,30) e quasi sempre tra sabato e domenica”. Il comunicato si chiude ricordando l’imminente presentazione di un esposto per inquinamento acustico e ambientale alla Procura della Repubblica di Torino perché il livello di sopportazione dei residenti è al limite”.

Dalla maggioranza, una preventiva risposta all’interrogazione di Lupi, che comunque dovrà essere accettata dal Presidente visto che non compare tra i punti in discussione del Consiglio, arriva dal coordinatore Massimiliano Miano. “Sul finire della scorsa consigliatura è arrivata in Circoscrizione una comunicazione da RFI che si impegna a risolvere il problema spostando il luogo di lavaggio dei treni. Se la criticità continua a persistere è il caso di rinnovare la richiesta“.

 


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio