Torino: i sindacati delle forze dell’ordine scendono in piazza contro i campi Rom


Si svolgerà lunedì 17 luglio una forma di protesta per chiedere alla Sindaca Appendino lo sgombero immediato di tutte le baraccopoli presenti in città.

Torino – Il ritrovo è alle ore 16 di lunedì 17 luglio davanti al palazzo della Prefettura di piazza Castello per dire basta ai campi Rom. Questa volta a chiederlo sono i rappresentanti sindacali dei lavoratori che si occupano di ordine pubblico: FNS-CISL, SIULP, OSAPP, SAP, SIAP, CONAPO, SILPOL e SULPL. “Vogliamo + Sicurezza” questo sarà lo slogan dei manifestanti che chiederanno a gran voce alla Sindaca di Torino, Chiara Appendino, lo sgombero immediato delle aree di sosta occupate dai nomadi, con priorità assoluta a quella di via Germagnano “dove terra, acqua e fumi altamente tossici – si legge nel volantino stampato per pubblicizzare l’iniziativa – mettono a repentaglio la salute dei cittadini e degli operatori delle forze dell’ordine costretti a lavirare dichiarata disastro ambientale”.

“Non vogliamo – continua lo scritto – che l’inerzia politica degli amministratori locali suoni come una condanna alla salute dei cittadini e delle forze dell’ordine” ma “vogliamo che i responsabili di questo avvelenamento vengano perseguiti e condannati. Vogliamo – infine – che il Patto per la Sicurezza presentato dai sindacati diventi un concreto progetto per la città di Torino”.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio