Borgaro e misure anticovid: Mattiello fa la voce grossa


Dopo un periodo di sensibilizzazione per ricordare l’importanza e il corretto uso della mascherina, per il nuovo comandante di Polizia Locale è ora arrivato il momento di multare chi non rispetta le regole. Particolare attenzione verso i giovani, che risultano essere i più “indisciplinati”.

dalla Redazione

I dati sono sotto gli occhi di tutti: nella città di Borgaro i numeri dei soggetti positivi al Covid-19 stanno aumentando in modo abbastanza rapido. Attraverso la pagina Facebook ufficiale del Comune è giunta solo ieri comunicazione del sindaco Claudio Gambino che ormai le persone contagiate sono salite a 99, di cui 42 sono sotto i 30 anni d’età. Certo, il risultato è anche frutto di un maggiore numero di tamponi, circa 60 al giorno, ma questo non deve far abbassare la guardia.

Proprio per questo motivo, dopo un primo periodo di “attenta prevenzione” effettuata in collaborazione con i volontari dell’Associazione Nazionale Bersaglieri in Congedo coordinati dal presidente Lucio Geraci, ora per gli Agenti della Polizia Locale è arrivato il momento di “passare all’azione” iniziando a sanzionare chi non rispetta le regole. In particolare i giovani.

“Mi spiacecommenta il Comandante Roberto Mattiello – per i genitori che si vedranno recapitare dei verbali perché i propri figli si sono rifiutati di indossare la mascherina. In queste settimane abbiamo effettuato una importante campagna di sensibilizzazione, coinvolgendo anche la Dirigente Scolastica dell’Istituto Comprensivo cittadino, la dottoressa Lucrezia Russo. Purtroppo, però, continuano a radunarsi e raggrupparsi senza far uso delle mascherine. Ora i genitori avranno 400 motivi in più, uno per ogni euro della sanzione, per sottolineare il messaggio educativo e per far sì che questi comportamenti, incoscienti, non si ripetano nel tempo”.


Commenti

commenti