Borgaro: le canzoni piemontesi fanno ancora sognare


L’evento, organizzato dall’associazione La ROA a Cascina Nuova nel pomeriggio di venerdì 17 settembre, ha visto la presenza di Gian Enrico Ferraris e ha ottenuto un buon riscontro in termini di partecipazione.

di Giada Rapa

“Promuovere la cultura piemontese in tutte le sue manifestazioni, recuperare la storia passata della città, contribuire alla vita culturale e sociale della comunità di cui fa parte e creare nuove occasioni di aggregazione, incontro e confronto”. Sono questi gli obiettivo con i quali, a fine febbraio 2018, si è costituita l’associazione La ROA. Fin da subito ha dimostrato di essere vivace e attiva sul territorio attraverso molteplici iniziative -alcune di carattere più culturale, altre di natura più spensierata– poi l’emergenza sanitaria ha costretto il Direttivo a sospendere tutto, portando così a un lungo periodo di assenza.

Adesso che la situazione appare migliorata, La ROA ha deciso di tornare in pista, con un evento scanzonato, per passare un po’ di tempo in allegria. Nel pomeriggio di venerdì 17 settembre, infatti, il cortile di Cascina Nuova ha ospitato Gian Enrico Ferraris e alcuni membri del gruppo Le Vos Grise ‘N Libertà, che hanno offerto ai numerosi presenti -distanziati, con la mascherina e in possesso di Green Pass- un divertente repertorio di canzoni in piemontese e non solo. Molto soddisfatti della partecipazione gli organizzatori, felici di aver nuovamente potuto proporre un’occasione di comunità. Circa una 60ina infatti, i partecipanti: un buon risultato, soprattutto considerando che ormai sempre meno persone conoscono e comprendono la lingua piemontese.


Commenti

commenti