Progetto PiPa: ottimi risultati anche per la raccolta farmaci


L’iniziativa si è svolta presso le farmacie di Borgaro, Mappano e Villaretto. I medicinali sono stati inviati al Pronto Intervento Pediatrico della città di Oulx.

di Giada Rapa

Negli ultimi mesi del 2023, sul territorio si è molto parlato del progetto PIPAPronto Intervento Pediatrico nelle Alpi – che il pediatra Costanzo Bellando e la sua NutriAID, insieme a MEDU, portano avanti presso la città di Oulx, la frontiera alpina che tanti migranti, con poco successo, tentano di attraversare per andare in Francia. Un intervento che inizialmente ha portato ad una raccolta di materiale di vario genere – a Borgaro e Mappano. Parallelamente, è partita subito dopo anche una raccolta farmaci – secondo una lista fornita dallo stesso Bellando – e che ha coinvolto anche la frazione di Villaretto.

“Anche sotto questo frangente possiamo ritenerci più che soddisfatti – ha commentato Bellando – poiché abbiamo ritirato farmaci per un valore complessivo di circa 1.350 euro. A questi vanno aggiunti farmaci per un ammontare di circa 3.500 euro, frutto della raccolta effettuata dal Rotary Club di Cuorgnè e Canavese in collaborazione con la pediatra di Favria, Silvia Gambotto”. Un ottimo risultato che, per diverso tempo, permetterà a Bellando e ai suoi colleghi di operare con una bella scorta di medicinali. Anzi, le due raccolte si sono rivelate talmente abbondanti che alcuni farmaci e altro materiale in esubero – come salviettine, latte in polvere e pannolini – sono stati consegnati all’associazione torinese “Camminare Insieme”, con la quale NutriAID collabora periodicamente e che condivide le stesse finalità. “Un sentito ringraziamento alle associazioni del territorio, che hanno promosso queste raccolte, alle farmacie che hanno prontamente aderito e ovviamente a tutti coloro che hanno donato. Si è trattato di nuovo di una bellissima dimostrazione di solidarietà” ha concluso il pediatra borgarese.


Commenti

commenti