“In zona non è in arrivo nessun profugo”


Secondo il nuovo piano di accoglienza stilato dalla Prefettura di Torino il Comune di Borgaro potrebbe accogliere fino a 35 migranti, Caselle 50, Ciriè 19, Leinì 42, san Carlo 10, San Francesco 13, San Maurizio 27.

di G. D’A.

Tra i sindaci dei comuni di zona sta destando qualche perplessità e preoccupazione il nuovo accordo quadro stilato dalla Prefettura in merito all’accoglienza dei migranti sul territorio del torinese. Un bando, riservato alle amministrazioni pubbliche, consorzi e cooperative, che da aprile dovrà essere pronto ad accogliere quasi 5 mila profughi. Gli enti che parteciperanno alla gara dovranno occuparsi degli stranieri per un tempo massimo di 18 mesi e per rendere possibile questa operazione il Ministero dell’Interno ha messo a disposizione 96,5 milioni di euro. Per ogni migrante ospitato dovranno essere garantiti tre pasti al giorno, oltre ad un pocket money, cioè soldi in contanti, di 2,50 euro a persona. Il bando riporta anche un elenco di paesi e città che dovranno farsi carico dei migranti, secondo un rapporto puramente matematico di 2,5 stranieri ogni mille abitanti. Secondo questa lista Borgaro potrebbe arrivare ad accogliere fino a 35 migranti, Caselle 50, Ciriè 19, Leinì 42, san Carlo 10, San Francesco 13, San Maurizio 27, Mathi 10, Nole 18.

“Questo piano della Prefettura lo vedo più come una tutela verso i comuni – osserva il Sindaco di Borgaro, Claudio Gambino – perché fissa dei tetti numerici massimi di arrivi nelle varie realtà cittadine e quindi mira ad evitare, come è accaduto in passato, che si verifichino dei sovraffollamenti nei piccoli centri abitati. Per quanto riguarda la nostra città, l’amministrazione non ha intenzione di partecipare al bando e non ci è pervenuta nessuna richiesta progettuale da parte di operatori privati”. Dello stesso avviso il suo collega di Caselle, Luca Baracco, che invita a non fare all’allarmismi “perché in città non è previsto nessun nuovo arrivo di richiedenti asilo”


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio