Meningite a Ciriè: non c’è da preoccuparsi


Ricoverato presso l’ospedale cittadino un ottantenne per un caso di meningite da pneumococco, batterica tuttavia non contagiosa.

di Francesca Di Feo

Cirié – I medici chiedono di non creare allarmismi. Dopo i recenti episodi di meningite verificatisi anche in Piemonte, entrambi non mortali, gli esperti rassicurano: l’andamento di questa malattia è stabile. “Per quanto riguarda i casi sia di meningite che di sepsi, circa 1.700 nel 2016, si nota una leggera diminuzione rispetto all’anno passato. In Italia non abbiamo un’emergenza meningite l’importante è aumentare la sorveglianza e usare tutti i vaccini a disposizione“. ha dichiarato il dottor Rezza, dirigente di ricerca dell’istituto superiore di sanità ed epidemiologico, in merito all’argomento. L’’anziano ciriacese è stato colpito da meningite da pneumococco, che colpisce maggiormente le persone anziane, ma non è in pericolo di vita.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio