Festa campestre al Parco Don Banche


aaaNonostante il tempo nuvoloso sono state tante le famiglie che ieri pomeriggio, domenica 18 ottobre, si sono recate nell’area verde di via Garibaldi.

di Giada Rapa

Buona la prima per l’evento organizzato dal neonato Comitato Spontaneo per la Valorizzazione del Parco Don Banche. Un’occasione di incontro, ma soprattutto di confronto e di promozione di quella che viene definita “cittadinanza attiva”. Circa un’ora della manifestazione è infatti stata dedicata alla pulizia del parco: adulti e bambini, armati di scope e rastrelli, concessi per l’occasione dal gruppo Legambiente Metropolitano, si sono impegnati nella raccolta delle foglie secche riempiendo quattro sacchi della spazzatura. “Questi sacchi sono simbolici – spiega Eugenio Bertuol, uno dei fondatori del comitato – perché sono stati riempiti da cittadini che generalmente passavano per il parco senza mai metterci mano e che oggi hanno invece fatto qualcosa di concreto”.

Oltre a questo non è mancata la raccolta di proposte per la valorizzazione del parco attraverso “L’albero delle idee” che dava il nome all’iniziativa. Nel corso della giornata è anche stata ribadita più volte la volontà del comitato di non far riaprire al traffico via Garibaldi poiché il parco non solo verrebbe “spezzato a metà”, ma causerebbe anche problemi di sicurezza ai bambini, ormai abituati a giocare liberamente senza la paura delle automobili. Proprio per sottolineare questo aspetto i più piccoli sono stati invitati a tracciare con i gessetti colorati le impronte delle persone presenti.

Più pacata, invece, l’idea della presidentessa di Legambiente Metropolitano Carla Pairolero, che non si oppone del tutto. Per la Pairolero occorrerebbe innanzitutto uno studio sulla viabilità borgarese per capire se la riapertura di via Garibaldi potrebbe portare dei benefici e in seguito valutare la situazi


Commenti

commenti