Elezioni comunali a Borgaro dell’8 e 9 giugno: presentati i componenti delle tre liste in campo


Ad aprire le danze è stato il sindaco uscente Claudio Gambino in Piazza della Repubblica, seguito da Cristiana Sciandra – Fratelli d’Italia – e da Elisa Cibrario Romanin – Uniti per Cambiare – entrambe a Villa Tapparelli.

di Giada Rapa

A poche settimane dalle elezioni dell’8 e 9 giugno i tre candidati sindaci borgaresi hanno presentato alla cittadinanza i componenti delle rispettive squadre. Tra volti noti, qualche ritorno in pista e diverse nuove leve.

Gambino Sindaco – Continuiamo Insieme – Ad aprire le danze – vista anche la scelta di promuovere musica e balli – è stato il sindaco uscente Claudio Gambino, scegliendo anche in questa occasione Piazza della Repubblica. Nel suo intervento, Gambino ha ribadito che “non ci si improvvisa amministratori della città”, chiedendo quindi di scegliere la competenza e l’esperienza. Ma, oltre a parlare delle cose positive realizzate – affermando che “i paesi limitrofi guardano alla nostra città con invidia” – non è mancata l’autocritica. “Alcune cose non sono andate bene, lo sappiamo. Occorre prestare più attenzione specialmente al decoro urbano, ma non accettiamo che si dica che Borgaro è una città all’abbandono”. Per questo, il programma prevede anche il progetto “Adotta un’aiuola”, per permettere a tutti di contribuire attivamente al mantenimento del bene pubblico. Tra gli altri punti, lo sviluppo della mobilità sostenibile e la tutela della biodiversità – soprattutto al Parco Chico Mendes. Ma anche riduzioni fiscali per le nuove aperture commerciali, rilancio delle fiere cittadine con un innalzamento del livello di qualità. Con Gambino hanno scelto di proseguire alcuni membri dell’attuale maggioranza: il vicesindaco Fabrizio Chiancone, l’assessore alla Cultura Eugenio Bertuol, l’assessora all’Istruzione Pina Fabiano, il capogruppo Giancarlo Lorenzi e il consigliere Giuseppe “Peppuccio” Insalaco. Ritorna, dopo 5 anni fuori dall’amministrazione – ma non per questo meno attento alle necessità della città – Giuseppe Ponchione. Tante le new entry, nell’ottica costante di equilibrare la solidità dell’esperienza all’energia delle nuove idee: Marcello Carrieri, Irene Coneglian, Roberta Di Siena, Ilaria Gagliardi, Cecilia Marian, Gianpaolo Meinardi, Gianna Nicosia, Ilaria Quero, Angela Salomone e Andrea Tirella, il più giovane del gruppo con i suoi 23 anni. Sulla scheda elettorale, quella di Gambino sarà la Lista n° 3.

Sciandra Sindaco – Con Fratelli d’Italia Borgaro Cambia – Seconda in ordine di posizione sulla scheda elettorale e anche di presentazione, la consigliera comunale di opposizione Cristiana Sciandra, che guida l’unica realtà di partito – Fratelli d’Italia – di queste comunali borgaresi. Presentazione che si è svolta a Villa Tapparelli con tempistiche brevi – per agevolare coloro che lavorano, essendosi tenuta giovedì 16 maggio – durante la quale sono state ricordate le difficoltà nel comporre una squadra in poco tempo. “Siamo persone competenti e delle quali ci si può fidare – ha commentato Sciandra – e votarci significherà avere un contatto diretto con la Regione e soprattutto con il Governo”. È poi stato fornito qualche breve spunto del programma elettorale, molto simile a quello proposto 5 anni fa, perché rispetto alla visione del gruppo l’attuale amministrazione qualcosa ha realizzato, ma non abbastanza. Particolare attenzione agli edifici scolastici e sportivi; la realizzazione di una tensostruttura sulla nuova piazza Vittorio Veneto; la riapertura di via Garibaldi; la riqualificazione dell’ex area Torinello; l’attenzione verso le persone disabili; la raccolta rifiuti puntuale e della sicurezza pubblica sono solo alcuni dei temi affrontati nel corso della serata. Accanto alla candidata sindaca anche il consigliere uscente Marco Latella – anche Referente di FDI a livello locale – oltre a Daniela Dornetto, Daniele Gelada e Massimo Medici che con Sciandra avevano condiviso l’avventura elettorale nel 2019. Completano la squadra Marco Barile – che, con i suoi 29 anni è il più giovane del gruppo – Franco Butano, Francesca De Lucia, Elisabetta De Maia, Fabrizio Dezani, Domenico Farmachidi, Emanuele Lapira, Matteo Prette, Loredana Vigliotta e Silvia Zagati.  

Elisa Cibrario Romanin Sindaco – Uniti per Cambiare Borgaro e Villaretto – Ultima in ordine cronologico – ma con il n° 1 sulla scheda elettorale – la candidata Elisa Cibrario Romanin, alla guida di una lista “eterogenea e apartitica” vista anche la sua recente decisione di tagliare la tessera di FDI per essere “oggi più che mai una candidata civica”. Sottolineando anche che “non si tratta di un’accozzaglia di identità, ma di persone che si stanno adoperando per il bene della città”. Riqualificazione del Palazzetto dello Sport – attualmente declassato a palestra scolastica; l’attenzione alla manutenzione scolastica e degli spazi didattici; il decoro urbano e la valorizzazione ambientale; l’istituzione di una Consulta Giovanile e la collaborazione con le testate giornalistiche; la necessità di incrementare l’organico della Polizia Locale; una maggiore sinergia con l’associazione Commercianti sono alcune delle tematiche affrontate dal programma, definito “concreto e che tocca i bisogni di ogni fascia d’età”. Insieme a Cibrario Romanin, la consigliera comunale di opposizione uscente Rosangela Giglio e il presidente del consiglio comunale – dimessosi dall’attuale maggioranza – Luigi Spinelli, nonché Valentina Capolongo e Irma Sabbatelli già presentatesi alla precedente tornata elettorale e Franco Marino, ex assessore e consigliere comunale. Nel gruppo anche Mauro Baracco, Marco Bertino, Angela Chiarelli, Anthony De Lucia, Isabella Licursi, Davide Marano, Antonietta Pascarella, Mattia Stievano – il più giovane, avendo 28 anni – Claudia Tarantini, Costantino Fanelli e Silvana Laino. Anche per Cibrario Romanin la presentazione – viste le incerte condizioni meteo – si è svolta a Villa Tapparelli, seguita da intrattenimento musicale.


Commenti

commenti